A tutti i nostri allievi e allieve,

ai genitori

e ai docenti e formatori

Torino, 10 febbraio 2020

Carissimi studenti,

voi siete dei campioni! Non ci credete? Secondo me non lo sapete. Preciso: tu sei un campione! Qual è il tuo talento? Hai un talento, e forse anche più di uno, da scoprire e vivere. Alcuni di voi avranno pensato al calcio. Altri al nuoto, al ciclismo, al basket o al volley. Altri alla matematica, alla robotica o all’inglese. Leonardo Da Vinci è stato un campione nella scienza, nell’invenzione e nella ricerca. Michelangelo nella scultura e nella pittura. Aristotele, Platone, Kant, Maritain e altri nella filosofia. Galilei, Darwin e Einstein nella scienza. E la lista potrebbe continuare.

Nessuno di loro è il più grande in assoluto. Sono sicuramente tra i migliori, ma bisogna considerare il tempo in cui sono vissuti, le discipline a cui si sono dedicati e le conoscenze a cui hanno attinto e che sono state il punto di partenza della loro ricerca e specializzazione… Non esiste il migliore. Esistono tante persone che hanno lasciato il segno: alcune nella storia mondiale, altre in quella nazionale o cittadina, tantissime in quella familiare e personale.

Julio Velasco, grandissimo allenatore di pallavolo, ha scritto: «Avere talento è un dono, il merito è saperlo utilizzare. Può arrivare ai vertici sia l’atleta di talento, sia chi, avendone meno, supplisce con la volontà». Cosa vuol dire supplire con la volontà? Chi pratica uno sport, chi si dedica ad una disciplina, sa quanto è importante l’allenamento, fatto di continuità e di costanza. Certo a volte può risultare noioso e faticoso. Sembra di sudare e di concludere poco. Così ha detto Stefania Belmondo, che ha vinto dieci medaglie olimpiche nello sci di fondo ed è una delle atlete più titolate in questa disciplina: «Le migliori vittorie, le più grandi soddisfazioni, i momenti di vera gioia sono quelli per i quali si sono impiegati più tempo, energia e forza, in cui ci si è spesi completamente».

Tu hai un talento! Tu sei un talento per la tua famiglia, per la nostra scuola, per te stesso. Allenarti, che vuol dire applicarti allo studio e ai laboratori, essere costante e tenace, puntare al meglio di te sempre, farà sì che il tuo talento, che tu sarai un dono per la tua famiglia, per la nostra scuola, per te stesso. Non aver paura della fatica e dell’impegno. Sarai felice del risultato che raggiungerai. Il tuo risultato.

Buon allenamento! Buona vita!

Don Claudio Belfiore

Direttore

Recent Posts